LORETA - Vokaalteoste eestikeelsete tõlgete andmebaas
Andmebaas sisaldab järgmisi teoseid: ooperid, oratooriumid, kantaadid, laulud ja liturgilised žanrid. Andmebaasi täiendatakse jätkuvalt uute teoste tõlgetega.

Tõlked pärinevad erinevatest allikatest ja on tehtud erineva eesmärgiga. Enamik tõlkeid ei ole mõeldud laulmiseks. EMTA raamatukogu ei ole tõlkeid sisuliselt toimetanud.

Andmebaasi koostajad on püüdnud saada ühendust kõikide tõlkijatega, kuid kahjuks pole see kõikidel juhtudel õnnestunud. Pretensioonide korral palume võtta ühendust tagasiside vormi kaudu.

Kõik andmebaasis toodud tõlked on mõeldud õppeotstarbeliseks kasutamiseks. Muudel juhtudel palume võtta ühendust tõlkijaga.

Head kasutamist!
  OTSING   AUTORID   LAULUD, AARIAD   SUURVORMID   TÕLKIJAD   SAADA TAGASISIDE

La Bohème
Boheem
eelmine järgmine


Muusika autor Giacomo Puccini
Sõnade autor Luigi Illica
Tõlge Rahvusooper Estonia

QUADRO PRIMO

In soffitta

Marcello
Questo Mar Rosso mi ammollisce e assidera
come se addosso mi piovesse in stille.
Per vendicarmi, affogo un Faräon!

Che fai?

Rodolfo
Nei cieli bigi guardo fumar dai mille
comignoli Parigi
e penso a quel poltrone
di un vecchio caminetto ingannatore
che vive in ozio come un gran signor!

Marcello
Le sue rendite oneste da un pezzo non riceve.

Rodolfo
Quelle sciocche foreste che fan sotto la neve?

Marcello
Rodolfo, io voglio dirti un mio pensier profondo:
ho un freddo cane.

Rodolfo
Ed io, Marcel, non ti nascondo
che non credo al sudor della fronte!

Marcello
Ho diacciate le dita...
quasi ancor le tenessi immollate,
giù in quella gran ghiacciaia che è il cuore di Musetta

Rodolfo
Lamor è un caminetto che sciupa troppo...

Marcello
... e in fretta!

Rodolfo
...dove luomo è fascina...

Marcello
... e la donna è lalare...

Rodolfo
... luno brucia in un soffio...

Marcello
... e laltro sta a guardare.

Rodolfo
Ma intanto qui si gela...

Marcello
... e si muore dinedia!

Rodolfo
Fuoco ci vuole...

Marcello
Aspetta...
sacrifichiam la sedia!

Rodolfo
Eureka

Marcello
Trovasti?

Rodolfo
Sì!
Aguzza lingegno. Lidëa vampi in fiamma!

Marcello
Bruciamo il Mar Rosso?

Rodolfo
No. Puzza la tela dipinta.
Il mio dramma, lardente mio dramma ci scaldi.

Marcello
Vuoi leggerlo forse? Mi geli.

Rodolfo
No, in cener la carta si sfaldi
e lestro rivoli asuoi cieli.
Al secol gran danno minaccia!
È Roma in periglio!

Marcello
Gran cor!

Rodolfo
A te latto primo.

Marcello
Qua!

Rodolfo
Straccia.

Marcello
Accendi!

Rodolfo
Che lieto baglior!

Marcello
Che lieto baglior!

Colline
Già dellApocalisse appariscono i segni.
In giorno di Vigilia non saccettano pegni!...
Una fiammata!

Marcello
Zitto! Si dà il mio dramma...

Colline
... al fuoco.
Lo trovo scintillante!

Rodolfo
Vivo!

Colline
Ma dura poco.

Rodolfo
La brevità, gran pregio!

Colline
Autore, a me la sedia!

Marcello
Questintermezzi fan morir dinedia! Presto.

Rodolfo
Atto secondo.

Marcello
Non far susurro.

Colline
Pensier profondo.

Marcello
Giusto color.

Rodolfo
In quellazzurro guizzo languente
sfuma unardente scena damor!

Colline
Scoppietta un foglio.

Marcello
Là ceran baci!

Rodolfo
Tre atti or voglio dun colpo udir!

Colline
Tal degli audaci lidea sintègra.

Rodolfo, Marcello e Colline
Bello in allegra vampa svanir.

Marcello
Oh! Dio... già sabbassa la fiamma.

Colline
Che vano, che fragile dramma.

Marcello
Già scricchiola, increspasi, muor!

Marcello e Colline
Abbasso! Abbasso laütor!

Rodolfo
Legna!

Marcello
Sigari!

Colline
Bordò!

Rodolfo
Legna!

Marcello
Bordò!

Rodolfo, Marcello e Colline
Le dovizie duna fiera
il destin ci destinò.

Schaunard
La banca di Francia per voi si sbilancia!

Colline
Raccatta, raccatta...

Marcello
Son pezzi di latta...

Schaunard
Sei sordo? Sei lippo?
Questuomo chi è?

Rodolfo
Luigi Filippo.
Minchino al mio Re.

Rodolfo,Marcello, Schaunard e Colline
Sta Luigi Filippo ai nostri piè.

Schaunard
Or vi dirò:questoro... o meglio, argento...
ha la sua brava istoria..

Marcello
Riscaldiamo il camino.

Colline
Tanto freddo ha sofferto.

Schaunard
Un inglese, un signor, Lord o Milord
che sia, volea un musicista!

Marcello
Via!
Prepariamo la tavola!

Schaunard
Io volo...

Rodolfo
Lesca dov’è?

Colline
Là.

Marcello
Qua

Schaunard
E mi presento.
Maccetta,
gli domando...

Colline
Arrosto freddo!

Marcello
Pasticcio dolce!

Schaunard
A quando le lezioni?...
Mi presento,
maccetta e gli domando:
a quando le lezioni?
Risponde:
Incominciam!...
«Guardaree un pappagallo maddita al
poi soggiunge:
«Voi suonare finché quello morire
E fu così:
Suonai tre lunghi dì...
Allora usai lincanto
di mia presenza bella...
Affascinai lancella!
Gli propinai prezzemolo...

Rodolfo
Fulgida folgori la sala splendida!

Marcello
Or le candele.

Colline
Pasticcio dolce.

Marcello
Mangiar senza tovaglia!

Rodolfo
Unidea!...

Marcello e Colline
Il Costituzional!

Rodolfo
Ottima carta!
Si mangia e si divora unappendice!

Schaunard
Lorito allargò lali,
Lorito il becco aprì,
un poco di prezzemolo
da Socrate morì!

Colline
Chi?

Schaunard
Che il diavolo vi porti tutti quanti!
Ed or che fate?
No!
Queste cibarie sono la salmeria
pei dì futuri tenebrosi e oscuri.
Pranzare in casa il dì della Vigilia
mentre il Quartier Latino le sue vie
addobba di salsiccie e leccornie?
Quando un olezzo di frittelle imbalsama
le vecchie strade?
Là le ragazze cantano contente...

Rodolfo, Marcello e Colline
La vigilia di Natal!

Schaunard
... ed han per eco ognuna uno studente!
Un podi religione, o miei signori!
Si beva in casa, ma si pranzi fuor!

Benoît
Si può?...

Marcello
Chi è là?

Benoît
Benoît!

Marcello
Il padrone di casa!

Schaunard
Uscio sul muso!

Colline
Non c’è nessuno!

Schaunard
È chiuso!

Benoît
Una parola.

Schaunard
Sola!

Benoît
Affitto!

Marcello
Olà!
Date una sedia.

Rodolfo
Presto.

Benoît
Non occorre... vorrei...

Schaunard
Segga.

Marcello
Vuol bere?

Benoît
Grazie.

Rodolfo
Tocchiamo!

Colline
Tocchiamo!

Schaunard
Beva!

Rodolfo
Tocchiam!

Benoît
Quest’è lultimo trimestre...

Marcello
Nho piacere.

Benoît
E quindi...

Schaunard
Ancora un sorso.

Benoît
Grazie.

Rodolfo
Tocchiam!

Colline
Tocchiam!

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
Alla sua salute!

Benoît
A lei ne vengo,
perché il trimestre scorso...
mi promise...

Marcello
Promisi ed or mantengo.

Rodolfo
Che fai!?

Schaunard
Sei pazzo!!

Marcello
Ha visto?
Or via resti un momento in nostra compagnia.
Dica: quantanni ha,
caro signor Benoît?

Benoît
Glanni? Per carità!

Rodolfo
Su e giù la nostra età.

Benoît
Di più! Molto di più.

Colline
Ha detto su e giù.

Marcello
Laltra sera al Mabil... lhan colto
in peccato damor!

Benoît
Io!?

Marcello
... al Mabil... laltra sera lhan colto.
Neghi!

Benoît
Un caso.

Marcello
Bella donna!

Benoît
Ah, molto.

Schaunard
Briccone!

Rodolfo
Briccone!

Colline
Seduttore!

Schaunard
Briccone!

Rodolfo
Briccone!

Marcello
Una quercia, un cannone, ...

Rodolfo
Luomo ha buon gusto!

Benoît
Eh! Eh!

Marcello
... il crin ricciuto e fulvo!

Schaunard
Briccon!

Marcello
Ei gongolava arzillo e pettoruto.

Benoît
Son vecchio, ma robusto.

Rodolfo, Schaunard e Colline
Ei gongolava arzuto e pettorillo.

Marcello
E a lui cedea, la femminil virtù!

Benoît
Timido in gioventù
ora me ne ripago. Si sa!...
È uno svagoqualche...
donnetta allegra
e un po’...
Non dico una balena
o un mappamondo
o un viso tondo
da luna piena!
Ma magra, proprio magra, no, poi no!
Le donne magre son grattacapi
e spesso sopracapi...
e son piene di doglie,
per esempio: mia moglie...

Marcello
Questuomo ha moglie
e sconcie voglie ha nel cor.

Schaunard e Colline
Orror!

Rodolfo
E ammorba, e appesta
la nostra onesta magion!

Schaunard e Colline
Fuor!

Marcello
Si abbruci dello zucchero.

Colline
Si discacci il reprobo.

Schaunard
È la morale offesa che vi scaccia!

Benoît
Io di... io di...

Marcello, poi Colline, poi Rodolfo
Silenzio!

Benoît
Miei signori...

Marcello, Schaunard e Colline
Silenzio! Via, signore, ...

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
... via di qua!
E buona sera a vostra signorì...
Ah! ah! ah! Ah!

Marcello
Ho pagato il trimestre!

Schaunard
Al Quartiere Latin ci attende Momus.

Marcello
Viva chi spende!

Schaunard
Dividiamo il bottin!

Rodolfo
Dividiam!

Colline
Dividiam!

Marcello
Là ci son beltà scese dal cielo.
Or che sei ricco, bada alla decenza.
Orso, ravvìati il pelo!

Colline
Farò la conoscenza
la prima volta dun barbitonsore.
Guidatemi al ridicolo
oltraggio dun rasoio.
Andiam!...

Schaunard, poi Marcello, Schaunard, Colline
Andiam!

Rodolfo
Io resto per terminar larticolo
di fondo del Castoro.

Marcello
Fapresto.

Rodolfo
Cinque minuti. Conosco il mestier.

Colline
Taspetterem dabbasso dal portier.

Marcello
Se tardi udrai che coro!

Rodolfo
Cinque minuti.

Schaunard
Taglia corta la coda al tuo Castor!

Marcello
Occhio alla scala,
tienti alla ringhiera.

Rodolfo
Adagio.

Colline
È buio pesto.

Schaunard
Maledetto portier!

Colline
Accidenti!

Rodolfo
Colline, sei morto?

Colline
Non ancor!

Marcello
Vien presto!

Rodolfo
Non sono in vena.
Chi è là!?

Mimì
Scusi.

Rodolfo
Una donna!

Mimì
Di grazia, mi s’è spento il lume.

Rodolfo
Ecco.

Mimì
Vorrebbe?...

Rodolfo
Saccomodi un momento.

Mimì
Non occorre.

Rodolfo
La prego, entri.

Rodolfo
Si sente male?

Mimì
No... nulla.

Rodolfo
Impallidisce!

Mimì
Il respir... Quelle scale...

Rodolfo
Ed ora come faccio?...
Così!
Che viso dammalata.
Si sente meglio?

Mimì
Sì.

Rodolfo
Qui c’è tanto freddo. Segga vicino al fuoco...
Aspetti... un podi vino...

Mimì
Grazie.

Rodolfo
A lei.

Mimì
Poco, poco.

Rodolfo
Così?

Mimì
Grazie.

Rodolfo
(Che bella bambina!)

Mimì
Ora permetta che accenda il lume.
È tutto passato.

Rodolfo
Tanta fretta?

Mimì
Sì.

Mimì
Grazie. Buona sera.

Rodolfo
Buona sera.

Mimì
Oh! Sventata, sventata,
la chiave della stanza
dove lho lasciata?

Rodolfo
Non stia sulluscio; il lume vacilla al vento.

Mimì
Oh Dio! Torni ad accenderlo.

Rodolfo
Oh Dio!... Anche il mio s’è spento!

Mimì
Ah!
E la chiave ove sarà?

Rodolfo
Buio pesto!

Mimì
Disgraziata!

Rodolfo
Ove sarà?

Mimì
Importuna è la vicina...

Rodolfo
Ma le pare?...

Mimì
... importuna è la vicina...

Rodolfo
Cosa dice! Ma le pare!

Mimì
Cerchi.

Rodolfo
Cerco.

Mimì
Ove sarà?...

Rodolfo
Ah!

Mimì
Lha trovata?!

Rodolfo
No.

Mimì
Mi parve...

Rodolfo
In verità.

Mimì
Cerca?

Rodolfo
Cerco!

Mimì
Ah!

Rodolfo
Che gelida manina,
se la lasci riscaldar.
Cercar che giova? Al buio non si trova.
Ma per fortuna è una notte di luna,
e qui la luna labbiamo vicina.
Aspetti, signorina,
le dirò con due parole
chi son, e che faccio, come vivo.Vuole?
Chi son? Sono un poeta.
Che cosa faccio? Scrivo.
E come vivo? Vivo!...
In povertà mia lieta
scialo da gran signore
rime ed inni damore,
per sogni e per chimere
e per castelli in aria
lanima ho milionaria.
Talor dal mio forziere
ruban tutti i gioielli
due ladri, gli occhi belli.
Ventrâr con voi pur ora,
ed i miei sogni usati
e i bei sogni miei tosto si dileguâr!
Ma il furto non maccora
poiché vha preso stanza
la dolce speranza! / la speranza!
Or che mi conoscete
parlate voi. Deh! parlate. Chi siete?
Vi piaccia dir!

Mimì
Sì.
Mi chiamano Mimì
ma il mio nome è Lucia.
La storia mia è breve:
a tela o a seta ricamo in casa e fuori...
Son tranquilla e lieta
ed è mio svago
far gigli e rose.
Mi piaccion quelle cose
che han sì dolce malìa,
che parlano damor, di primavere,
che parlano di sogni e di chimere,
quelle cose che han nome poesia...
Lei mintende?

Rodolfo
Sì.

Mimì
Mi chiamano Mimì,
il perché non so.
Sola mi fo il pranzo da me stessa,
non vado sempre a messa
ma prego assai il Signor.
Vivo sola, soletta,
là in una bianca cameretta:
guardo sui tetti e in cielo,
ma quando vien lo sgelo
il primo sole è mio,
il primo bacio dellaprile è mio!
il primo sole è mio!...
Germoglia in un vaso una rosa...
Foglia a foglia la spio!
Così gentil
il profumo dun fior!
Ma i fior chio faccio, ahimè!
i fior chio faccio, ahimè, non hanno odore!
Altro di me non le saprei narrare:
sono la sua vicina
che la vien fuori dora a importunare.

Schaunard
Ehi! Rodolfo!

Colline
Rodolfo!

Marcello
Olà. Non senti?!
Lumaca!

Colline
Poetucolo!

Schaunard
Accidenti al pigro!

Rodolfo
Scrivo ancor tre righe a volo.

Mimì
Chi son?

Rodolfo
Amici.

Schaunard
Sentirai le tue...

Marcello
Che te ne fai lì solo?

Rodolfo
Non son solo! Siamo in due.
Andate da Momus! Tenete il posto,
ci saremo tosto...

Marcello, Schaunard e Colline
Momus, Momus, Momus,
zitti e discreti andiamocene via.
Momus, Momus ...

Marcello
... trovò la poesia!...

Schaunard e Colline
Momus, Momus, Momus!

Rodolfo
O soave fanciulla, o dolce viso...

Marcello
... trovò la poesia...

Rodolfo
... di mite circonfuso alba lunar!
In te ravviso
il sogno chio vorrei sempre sognar!
Fremon già nellanima le dolcezze estreme,
fremon nellanima dolcezze estreme,
nel bacio freme amor!

Mimì
Ah! tu sol comandi, amore!...
Oh! Come dolci scendono
le sue lusinghe al core,
tu sol comandi, amor!

Mimì
No, per pietà!

Rodolfo
Sei mia!

Mimì
Vaspettan gli amici...

Rodolfo
Già mi mandi via?

Mimì
Vorrei dir... ma non oso...

Rodolfo
Di’!...

Mimì
Se venissi con voi?

Rodolfo
Che?... Mimì!
Sarebbe così dolce restar qui.
C’è freddo fuori...

Mimì
Vi starò vicina!...

Rodolfo
E al ritorno?...

Mimì
Curioso!...

Rodolfo
Dammi il braccio, mia piccina...

Mimì
Obbedisco, signor!

Rodolfo
Che mami di’...

Mimì
Io tamo...

Mimì e Rodolfo
Amor! Amor! Amor!


QUADRO SECONDO

Venditori e Monelli
Aranci, datteri, caldi i marroni.
Ninnoli, croci, torroni!... Panna montata!
Caramelle! La crostata!
Fringuelli, passeri! Fiori alle belle!...

La folla
Ah! Quanta folla! Che chiasso! Su, corriam!
Stringiti a me! Date il passo...

Dal caffè
Presto qua! Camerier! Un bicchier!
Corri! Birra! Da ber! Un caffè!
Olà!

La folla
Ah! Quanta folla ecc.
Voglio una lancia!

Venditori
Fringuelli ecc.
Latte di cocco! Giubbe! Carote!

La folla
Quanta folla, su, partiam!
Datteri! ninnoli, aranci e fior!

Schaunard
Falso questo Re!
Pipa e corno quant’è?...

Colline
È un poco usato...

Rodolfo
Andiam...

Mimì
Andiam per la cuffietta?

Colline
... ma è serio e a buon mercato...

Rodolfo
Tienti al mio braccio stretta...

Mimì
A te mi stringo...

Mimì e Rodolfo
Andiam!

Marcello
Io pur mi sento in vena di gridar:
Chi vuol, donnine allegre, un podamor!

Venditori ambulanti
Datteri! Trote!

Un venditore ambulante
Prugne di Tours!

Marcello
Facciamo insieme... facciamo a vendere e a
[comprar!...

Il venditore ambulante
Prugne di Tours!

Marcello
Io do ad un soldo il vergine mio cuor!

Schaunard
Fra spintoni e pestate accorrendo
affretta la folla e si diletta
nel provar gioie matte insoddisfatte.

Alcune venditrici
Ninnoli, spillette!
Datteri e caramelle!

Monelli
Ah!

Venditori ambulanti
Fiori alle belle!

Colline
Copia rara, anzi unica:
la grammatica Runica!

Schaunard
Uomo onesto!

Marcello
A cena!

Schaunard e Colline
Rodolfo?

Marcello
Entrò da una modista.

Rodolfo
Vieni, gli amici aspettano.

Venditori ambulanti
Panna montata!

Mimì
Mi sta ben questa cuffietta rosa?

Monelli
Latte di cocco!

Venditori ambulanti
Oh! la crostata!
Panna montata!

Dal Caffè
Camerier!
Un bicchier!

Rodolfo
Sei bruna e quel color ti dona.

Dal Caffè
Presto, olà!
Ratafià!

Mimì
Bel vezzo di corallo!

Rodolfo
Ho uno zio milionario.
Se fa senno il buon [Dio
voglio comprarti un vezzo assai più bel!

Monelli
Ah, ah, ah!...

Sartine e Studenti
Ah, ah, ah!...

Monelli, Sartine e Studenti
Ah! ah! ah!...

Borghesi
Facciam coda alla gente!
Ragazze, state attente!
Che chiasso! Quanta folla!
Pigliam via Mazzarino!
Io soffoco, partiamo!
Vedi, il caffè è vicin!
Andiam là da Momus!

Venditori
Oh! la crostata! ecc.

Monelli
Oh! la crostata! Ecc.

Venditori ambulanti
Aranci, datteri, ninnoli, fior!
Fringuelli, passeri, panna, torron!

Borghesi
Ah!...

Rodolfo
Chi guardi?...

Colline
Odio il profano volgo
al par dOrazio.

Mimì
Sei geloso?

Rodolfo
Alluom felice sta il sospetto accanto.

Schaunard
Ed io quando mi sazio
voabbondanza di spazio...

Mimì
Sei felice?

Marcello
Vogliamo una cena prelibata.

Rodolfo
Ah! sì, tanto!

Marcello
Lesto!

Schaunard
Per molti!

Rodolfo
E tu?

Mimì
Sì, tanto!

Studenti e Sartine
Là da Momus!
Andiam! Andiam!

Parpignol
Ecco i giocattoli di Parpignol!

Rodolfo
Due posti.

Colline
Finalmente!

Rodolfo
Eccoci qui.
Questa è Mimì,
gaia fioraia.
Il suo venir completa
la bella compagnia,
perché... perché son io il poeta,
essa la poesia.
Dal mio cervel sbocciano i canti,
dalle sue dita sbocciano i fior,
dallanime esultanti
sboccia lamor!

Marcello, Schaunard e Colline
Ah! ah! ah! ah!

Marcello
Dio, che concetti rari!

Colline
Digna est intrari.

Schaunard
Ingrediat si necessit.

Colline
Io non do che un accessit!

Parpignol
Ecco i giocattoli di Parpignol!!

Colline
Salame...

Bambine e Ragazzi
Parpignol, Parpignol!...
Ecco Parpignol, Parpignol...
col carretto tutto fior!
Ecco Parpignol, Parpignol!...
Voglio la tromba, il cavallin...
il tambur, tamburel...
voglio il cannon, voglio il frustin...
dei soldati i drappel.

Schaunard
Cervo arrosto!

Marcello
No, un tacchino!

Schaunard
Vin del Reno!

Colline
Vin da tavola!

Schaunard
Aragosta senza crosta!

Mamme
Ah, razza di furfanti indemoniati,
che ci venite a fare in questo loco?
A casa, a letto, via, brutti sguaiati,
gli scappellotti vi parranno poco!
A casa, a letto,
razza di furfanti, a letto!

Un ragazzo solo
Vola tromba, il cavallin!

Rodolfo
E tu, Mimì, che vuoi?

Mimì
La crêma.

Schaunard
E gran sfarzo. C’è una dama!

Bambine e Ragazzi
Viva Parpignol, Parpignol!...
Il tambur, tamburel,
dei soldati i drappel!

Marcello
Signorina Mimì, che dono raro
le ha fatto il suo Rodolfo?

Mimì
Una cuffietta
a pizzi tutta rosa ricamata;
coi miei capelli bruni ben si fonde.
Da tanto tempo tal cuffietta è cosa desïata!
Ed egli ha letto quel che il core asconde.
Ora colui che legge dentro a un cuore
sa lamore ed è lettore.

Schaunard
Esperto professore...

Colline
Che ha già diplomi e non son armi prime
le sue rime...

Schaunard
Tanto che sembra ver ciò chegli esprime!...

Marcello
O bella età dinganni e dutopie!
Si crede, spera e tutto bello appare!

Rodolfo
La più divina delle poësie
è quella, amico, che cinsegna amare!

Mimì
Amare è dolce ancora più del miele!...

Marcello
Secondo il palato è miele o fiele!

Mimì
O Dio! lho offeso!

Rodolfo
È in lutto, o mia Mimì.

Schaunard e Colline
Allegri e un toast!...

Marcello
Qua del liquor!

Mimì, Rodolfo e Marcello
E via i pensier, alti i bicchier!
Beviam!

Mimì, Rodolfo, Marcello, Schaunard e
Colline
Beviam!

Marcello
Chio beva del tossico!

Rodolfo, Schaunard e Colline
Oh!

Marcello
Essa!

Rodolfo, Schaunard e Colline
Musetta!

Bottegaie
To’! Lei! Sì! To’! Lei! Musetta! / Tornata!
Siamo in auge! Che toeletta!

Alcindoro
Come un facchino...
correr di qua... di là...
No! No! Non ci sta...
non ne posso più!...

Musetta
Vien, Lulù!...

Schaunard
Quel brutto coso
mi par che sudi!

Alcindoro
Come? Qui fuori?
Qui?!

Musetta
Siedi, Lulù!

Alcindoro
Tali nomignoli prego serbateli al tu per tu!

Musetta
Non farmi il Barbablù!

Colline
È il vizio contegnoso...

Marcello
Colla casta Susanna.

Mimì
È pur ben vestita!

Rodolfo
Gli angeli vanno nudi.

Mimì
La conosci? Chi è?

Marcello
Domandatelo a me.
Il suo nome è Musetta;
cognome:Tentazione!
Per sua vocazione
fa la rosa dei venti;
gira e muta soventi
damanti e damore,
e come la civetta
è uccello sanguinario;
il suo cibo ordinario
è il cuore... Mangia il cuore!
Per questo io non ne ho più!
Passatemi il ragù.

Musetta
(Marcello mi vide...
e non mi guarda, il vile!
Quel Schaunard che ride!
Mi fan tutti una bile!
Se potessi picchiar!
Se potessi graffiar!
Ma non ho sotto man
che questo pellican!
Aspetta.)
Ehi! Camerier!
Ehi! Camerier!
Questo piatto ha una puzza di rifritto!

Alcindoro
No. Musetta...
Zitto, zitto!

Musetta
(Non si volta!)

Alcindoro
Zitto! Zitto! Zitto!
Modi! Garbo!

Musetta
(Ah non si volta!)

Alcindoro
A chi parli?...

Colline
Questo pollo è un poëma!

Musetta
(Ora lo batto, lo batto!)

Alcindoro
Con chi parli?...

Musetta
Al cameriere!
Non seccar!

Schaunard
Il vino è prelibato.

Musetta
Voglio fare il mio piacere, ...

Alcindoro
Parla pian,
parla pian, parla pian!

Musetta
... vofar quel che mi pare!
Non seccar!

Sartine
Guarda, guarda chi si vede,
proprio lei, Musetta!

Studenti
Con quel vecchio che balbetta...

Sartine e Studenti
... proprio lei, Musetta!
Ah! ah! Ah!...

Musetta
(Che sia geloso
di questa mummia?)

Alcindoro
La convenienza...
il grado... la virtù...

Musetta
(Vediam se mi resta tanto poter
su lui da farlo cedere!)

Schaunard
La commedia è stupenda!

Musetta
Tu non mi guardi!

Alcindoro
Vedi bene che ordino!...

Schaunard
La commedia è stupenda!

Colline
Stupenda!

Rodolfo
Sappi per tuo governo
che non darei perdono in sempiterno.

Schaunard
Essa allun parla
perché laltro intenda.

Mimì
Io tamo tanto, e son tutta tua!...

Colline
E laltro invan crudel...

Mimì
Ché mi parli di perdono?

Colline
... finge di non capir, ma sugge miel...

Musetta
Ma il tuo cuore martella, ...

Alcindoro
Parla piano!

Musetta
... ma il tuo cuore martella!

Alcindoro
Piano, piano!

Musetta
Quando men vo soletta per la via
la gente sosta e mira!
E la bellezza mia tutta ricerca in me
da capo a piè!

Marcello
Legatemi alla seggiola!

Alcindoro
Quella gente che dirà?

Musetta
Ed assaporo allor la bramosia
sottil che da glocchi traspira
e dai palesi vezzi intender sa
alle occulte beltà.
Cosi leffluvio del desio tutta maggira,
felice mi fa!

Alcindoro
Quel canto scurrile
mi muove la bile!

Musetta
E tu che sai,
che memori e ti struggi,
da me tanto rifuggi?
So ben: le angoscie tue non le vuoi dir,
so ben, ma ti senti morir!

Mimì
Io vedo ben che quella poveretta
tutta invaghita di Marcel, tutta invaghita ell’è!

Alcindoro
Quella gente che dirà?

Rodolfo
Marcello un dì lamò.

Schaunard
Ah! Marcello cederà!

Rodolfo
La fraschetta labbandonò...

Colline
Chi sa mai quel che avverrà!

Rodolfo
... per poi darsi a miglior vita.

Schaunard
Trovan dolce al pari il laccio...

Colline
Santi numi, in simil briga...

Schaunard
... chi lo tende e chi ci dà.

Colline
... mai Colline intopperà!

Alcindoro
Parla pian! Zitta, zitta!
Modi, garbo! Zitta, zitta!

Musetta
(Ah! Marcello smania,
Marcello è vinto!)
So ben: le angoscie tue non le vuoi dir,
ah! ma ti senti morir.
Io voglio fare il mio piacere!
Voglio far quel che mi par...
non seccar!

Mimì
Quellinfelice mi muove a pietà!
Tamo!
Quellinfelice mi muove a pietà!...
Lamor ingeneroso è tristo amor!...

Colline
(Essa è bella, io non son cieco,
ma piaccionmi assai più
una pipa e un testo greco!)

Rodolfo
Mimì! È fiacco amor quel che le offese
vendicar non sa!...
Non risorge spento amor!

Schaunard
(Quel bravaccio a momenti cederà!
Stupenda è la commedia!
Marcello cederà!)
Se tal vaga persona ti trattasse a tu per tu,
la tua scienza brontolona manderesti a Belzebù!

Musetta
Non seccar!
(Or convien liberarsi del vecchio!)
Ahi!

Alcindoro
Che c’è?!

Musetta
Qual dolore, qual bruciore!

Alcindoro
Dove?

Musetta
Al piè!

Marcello
(Gioventù mia, tu non sei morta
né di te morto è il sovvenir!
Se tu battessi alla mia porta
tandrebbe il mio core ad aprir!)

Musetta
Sciogli, slaccia, rompi, straccia,
te ne imploro...
Laggiù c’è un calzolaio.
Corri, presto!
Ne voglio un altro paio.
Ahi! Che fitta,
maledetta scarpa stretta!
Or la vedo...
Eccola qua.
Corri, va’, corri!
Presto, va’! va’!

Alcindoro
Imprudente!
Quella gente che dirà?
Ma il mio grado
vuoi chio comprometta?
Aspetta! Musetta! Vo’.

Schaunard e Colline
La commedia è stupenda!

Mimì
Io vedo ben,
ell’è invaghita di Marcello!

Rodolfo
Io vedo ben,
la commedia è stupenda!

Musetta
Marcello!

Marcello
Sirena!

Schaunard
Siamo allultima scena!

Rodolfo
Il conto?

Schaunard e Colline
Il conto?

Schaunard
Così presto?

Colline
Chi lha richiesto?

Schaunard
Vediam!

Rodolfo e Colline
Caro!

Rodolfo, Schaunard e Colline
Fuori il danaro!

Schaunard
Colline, Rodolfo, e tu, Marcel?

Marcello
Siamo allasciutto!

Schaunard
Come?

Rodolfo
Ho trenta soldi in tutto!

Monelli
La Ritirata!

Sartine e Studenti
La Ritirata!

Borghesi
La Ritirata!

Marcello, Schaunard e Colline
Come!? Non ce n’è più?

Schaunard
Ma il mio tesoro ov’è?

Monelli
Savvicinan per di qua!

Musetta
Il mio conto date a me.

Sartine e Studenti
No! Di là!

Monelli
Savvicinan per di là!

Sartine e Studenti
Vien di qua!

Monelli
No! vien di là!

Musetta
Bene!

Borghesi e Venditori
Largo, largo!

Ragazzi
Voglio veder! Voglio sentir!

Musetta
Presto sommate
quello con questo!

Mamme
Lisetta, vuoi tacer!
Tonio, la vuoi finir!

Ragazzi
Mamma, voglio veder!
Papà, voglio sentir!

Musetta
Paga il signor che stava qui con me!

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
Paga il signor

Ragazzi
Vuoveder la Ritirata!

Mamme
Vuoi tacer, la vuoi finir!

Sartine, Studenti, Borghesi e Venditori
Savvicinano di qua / là!
Sì, di qua!

Colline
Paga il signor!

Schaunard
Paga il signor!

Monelli
Come sarà arrivata la seguiremo al passo!

Marcello
Il signor!

Musetta
E dove s’è seduto
ritrovi il mio saluto!

Venditori
In quel rullio tu senti
la patria maestà!

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
E dove s’è seduto
ritrovi il suo saluto!

Sartine, Studenti, Borghesi, Bottegaie ecc.
Largo, largo, eccoli qua!

Marcello
Giunge la Ritirata!

Marcello e Colline
Che il vecchio non ci veda
fuggir colla sua preda!

Sartine ecc.
In fila!

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
Quella folla serrata
il nascondiglio appresti!

La Folla e i Venditori
Ecco il tambur maggiore!
Più fier dun antico guerrier!
Il tambur maggior!

Mimì, Musetta, Rodolfo, Marcello,
Schaunard e Colline
Lesti, lesti, lesti!

La Folla e i Venditori
I Zappator!
I Zappatori, olà!
Ecco il tambur maggior!
La Ritirata è qua!
Il tambur maggior!
Pare un general!
Eccolo là! Il bel tambur maggior!
La canna dor, tutto splendor!
Che guarda, passa, va!

Rodolfo, Marcello, Schaunard e Colline
Viva Musetta!
Cuor biricchin!
Gloria ed onor,
onor e gloria
del Quartier Latin!

La Folla e i Venditori
Tutto splendor!
Di Francia è il più belluom!
Il bel tambur maggior!
Eccolo là!
Che guarda, passa, va!

QUADRO TERZO

Spazzaturai
Ohè, là, le guardie! Aprite!
Ohè, là!
Quelli di Gentilly... Siam gli spazzini!
Fiocca la neve... Ohè, là! Qui sagghiaccia!

Un doganiere
Vengo!

Voci
Chi nel ber trovò il piacer
nel suo bicchier,
duna bocca nellardor,
trovò lamor!

Musetta
Ah!...
Se nel bicchiere sta il piacer
in giovin bocca sta lamor!

Voci
Trallerallè... trallerallè...
Eva e Noè!

Lattivendole
Hopplà! Hopplà!

Doganiere
Son già le lattivendole!

Carrettieri
Hopplà!

Lattivendole
Hopplà!

Lattivendole
Buon giorno!

Paesane
Burro e cacio. Polli ed ova.
Voi da che parte andate? –
A San Michele! –
Ci troverem più tardi? –
A mezzodì! –
A mezzodì!

Mimì
Sa dirmi, scusi, qual è losteria...
dove un pittor lavora?

Sergente
Eccola.

Mimì
Grazie.
O buona donna, mi fate il favore...
di cercarmi il pittore
Marcello? Ho da parlargli. Ho tanta fretta.
Ditegli, piano, che Mimì laspetta...

Sergente
Ehi! Quel paniere!

Doganiere
Vuoto!

Sergente
Passi!

Marcello
Mimì?!

Mimì
Speravo di trovarvi qui.

Marcello
È ver, siam qui da un mese
di quelloste alle spese.
Musetta insegna il canto ai passeggieri,
io pingo quei guerrieri sulla facciata.
È freddo. Entrate.

Mimì
C’è Rodolfo?

Marcello
Sì.

Mimì
Non posso entrar, no, no!

Marcello
Perché?

Mimì
O buon Marcello, aiuto! Aiuto!

Marcello
Cos’è avvenuto?

Mimì
Rodolfo, Rodolfo mama, Rodolfo mama
e mi fugge,
il mio Rodolfo si strugge di gelosia.
Un passo, un detto, ...
un vezzo, un fior... lo mettono in sospetto.
Onde corrucci ed ire.
Talor la notte fingo di dormire
e in me lo sento fiso
spiarmi i sogni in viso.
Mi grida ad ogni istante:
non fai per me, ti prendi un altro amante,
non fai per me!
Ahimè! Ahimè! In lui parla il rovello;
lo so, ma che rispondergli, Marcello?

Marcello
Quando s’è come voi non si vive in compagnia.

Mimì
Dite ben, dite bene. Lasciarci conviene.
Aiutateci, aiutateci voi; noi s’è provato
più volte, ma invano.
Dite ben, dite ben,
lasciarci convien!

Marcello
Son lieve a Musetta, ell’è lieve
a me perché ci amiamo in allegria...
Canti e risa, ecco il fior
dinvariabile amor!

Mimì
Fate voi per il meglio.

Marcello
Sta ben, sta ben! Ora lo sveglio.

Mimì
Dorme?

Marcello
È piombato qui unora avanti lalba, sassopì
sopra una panca.
Guardate...

Marcello
Che tosse!

Mimì
Da ieri ho lossa rotte.
Fuggì da me stanotte
dicendomi: È finita.
A giorno sono uscita
e me ne venni a questa volta.

Marcello
Si desta...
salza... mi cerca... viene...

Mimì
Chei non mi veda!

Marcello
Or rincasate, Mimì, per carità!
Non fate scene qua!

Rodolfo
Marcello, finalmente!
Qui niun ci sente!
Io voglio separarmi da Mimì.

Marcello
Sei volubil così?

Rodolfo
Già unaltra volta credetti morto il mio cor,
ma di queglocchi azzurri allo splendor
esso è risorto.
Ora il tedio lassal...

Marcello
E gli vuoi rinnovare il funeral!

Rodolfo
Per sempre!

Marcello
Cambia metro!
Dei pazzi è lamor tetro che lacrime distilla.
Se non ride e sfavilla lamore è fiacco e roco.
Tu sei geloso.

Rodolfo
Un poco.

Marcello
Collerico, lunatico, imbevuto
di pregiudizi, noioso, cocciuto!

Mimì
Or lo fa incollerir. Me poveretta!...

Rodolfo
Mimì è una civetta che frascheggia con tutti.
Un moscardino di Viscontino
le fa locchio di triglia.
Ella sgonnella e scopre la caviglia
con un far promettente e lusinghier...

Marcello
Lo devo dir? Non mi sembri sincer.

Rodolfo
Ebbene no! Non lo son! Invan, invan
[nascondo la mia vera tortura.
Amo Mimì sovra ogni cosa al mondo, io lamo!..
Ma ho paura! Ma ho paura!

Rodolfo
Mimì è tanto malata.
Ogni dì più declina.
La povera piccina
è condannata.

Marcello
Mimì?!

Mimì
Che vuol dire?

Rodolfo
Una terribil tosse
lesil petto le scuote...
già le smunte gote
di sangue ha rosse...

Marcello
Povera Mimì!

Mimì
Ahimè, morire!

Rodolfo
La mia stanza è una tana squallida...
il fuoco ho spento.
Ventra e laggira il vento
di tramontana!
Essa canta e sorride,
e il rimorso massale.
Me, cagion del fatale
mal che luccide!

Marcello
Che far dunque?

Mimì
O mia vita!

Rodolfo
Mimì di serra è fiore.
Povertà lha sfiorita,
per richiamarla in vita
non basta amor!

Mimì
Ahimè! È finita!... O mia vita!...
Ahimè morir!

Marcello
Oh qual pietà! Poveretta!
Povera Mimì!

Rodolfo
Che?! Mimì! Tu qui?
Mhai sentito?

Marcello
Ella dunque ascoltava?

Rodolfo
Facile alla paura
per nulla io marrovello.
Vien là nel tepor!

Mimì
No, quel tanfo mi soffoca!

Rodolfo
Ah Mimì!

Marcello
È Musetta che ride.
Con chi ride? Ah, la civetta!
Imparerai!

Mimì
Addio.

Rodolfo
Che! Vai?

Mimì
Donde lieta uscì al tuo grido damore,
torna sola Mimì al solitario nido.
Ritorna unaltra volt
a intesser finti fior!
Addio, senza rancor!
Ascolta, ascolta.
Le poche robe aduna che lasciai sparse.
Nel mio cassetto
stan chiusi quel cerchietto
dor, e il libro di preghiere.
Involgi tutto quanto in un grembiale
e manderò il portiere...
Bada!... sotto il guanciale c’è la cuffietta rosa.
Se vuoi, se vuoi serbarla a ricordo damor!
Addio, addio senza rancor...

Rodolfo
Dunque è proprio finita!
Te ne vai, te ne vai, la mia piccina.
Addio, sogni damor!...

Mimì
Addio, dolce svegliare alla mattina...

Rodolfo
Addio, sognante vita...

Rodolfo
... chio da vero poeta rimavo con carezze.

Mimì e Rodolfo
Soli dinverno è cosa da morire!
Soli! Mentre a primavera c’è compagno il sol...

Marcello
Che facevi, che dicevi?
Presso al fuoco a quel signore?

Musetta
Che vuoi dir? Che vuoi dir?

Mimì
Niuno è solo lapril...

Rodolfo
Si parla coi gigli e le rose...

Marcello
Al mio venire hai mutato di colore.

Musetta
Quel signore mi diceva:
Ama il ballo, signorina?

Marcello
Vana, frivola, civetta!

Musetta
Arrossendo rispondeva:
ballerei sera e mattina...

Mimì
Esce dai nidi un cinguettio gentile...

Rodolfo e Mimì
Al fiorir di primavera c’è compagno il sol!
Chiacchieran le fontane.

Marcello
Quel discorso asconde mire disoneste.

Musetta
Voglio piena libertà!

Marcello
Io tacconcio per le feste se ti colgo a incivettire!

Musetta
Che mi canti? Che mi gridi?
Allaltar non siamo uniti.

Marcello
Bada, sotto il mio cappello
non ci stan certi ornamenti...

Musetta
Io detesto quegli amanti
che la fanno da (Ah! Ah! Ah!) mariti...

Marcello
Io non faccio da zimbello
ai novizi intraprendenti.

Mimì e Rodolfo
La brezza della sera
balsami stende sulle doglie umane.
Vuoi che aspettiam la primavera ancor?

Musetta
Fo allamor con chi mi piace!

Marcello
Vana, frivola, civetta!

Musetta
Non ti garba?
Fo allamor con chi mi piace!
Musetta se ne va!

Marcello
Ve nandate? Vi ringrazio:
or son ricco divenuto.

Musetta e Marcello
Vi saluto.

Musetta
Signor, addio vi dico con piacer!

Marcello
Son servo e me ne vo!

Musetta
Pittore da bottega!

Marcello
Vipera!

Musetta
Rospo!

Marcello
Strega!

Mimì
Sempre tua per la vita...

Rodolfo
Ci lasceremo...

Mimì
Ci lasceremo alla stagion dei fior...

Rodolfo
... alla stagion dei fior...

Mimì
Vorrei che eterno durasse il verno.

Mimì e Rodolfo
Ci lascerem alla stagion dei fior!

QUADRO QUARTO

Marcello
In un coupé?

Rodolfo
Con pariglia e livree.
Mi salutò ridendo:To’! Musetta!
Le dissi: e il cuor? «Non batte o non lo sento
grazie al velluto che il copre

Marcello
Ci ho gusto davver!

Rodolfo
(Loiola, va’! Ti rodi e ridi.)

Marcello
Non batte? Bene!
Io pur vidi...

Rodolfo
Musetta?

Marcello
Mimì!

Rodolfo
Lhai vista?!
Oh guarda!...

Marcello
Era in carrozza
vestita come una regina.

Rodolfo
Evviva.
Ne son contento.

Marcello
(Bugiardo, si strugge damor.)

Rodolfo
Lavoriam.

Marcello
Lavoriam.

Rodolfo
Che penna infame!

Marcello
Che infame pennello!

Rodolfo
(O Mimì, tu più non torni, o giorni belli,
piccole mani, odorosi capelli...
Collo di neve!
Ah! Mimì, mia breve gioventù.)

Marcello
(Io non so come sia
che il mio pennello lavori
e impasti colori
contro voglia mia.
Se pingere mi piace
o cieli o terre o inverni o primavere,
egli mi traccia due pupille nere
e una bocca procace.
E nesce di Musetta
il viso ancor...)

Rodolfo
(E tu, cuffietta lieve
che sotto il guanciai partendo ascose,
tutta sai la nostra felicità,
vien sul mio cuor,
sul mio cuor morto, poich’è morto amor...)

Marcello
(E nesce di Musetta
il viso tutto vezzi e tutto frode.
Musetta intanto gode
e il mio cuor vile la chiama,
e aspetta il vil mio cuor...)

Rodolfo
Che ora sia?

Marcello
Lora del pranzo di ieri.

Rodolfo
E Schaunard non torna?

Schaunard
Eccoci.

Rodolfo
Ebben?

Marcello
Ebben?

Marcello
Del pan!

Colline
È un piatto degno di Demostene:
unaringa...

Schaunard
... salata.

Colline
Il pranzo è in tavola.

Marcello
Questa è cuccagna da Berlingaccio.

Schaunard
Or lo Sciampagna mettiamo in ghiaccio!

Rodolfo
Scelga, o Barone, trota o salmone?

Marcello
Duca, una lingua di pappagallo?

Schaunard
Grazie, mimpingua.
Stasera ho un ballo.

Rodolfo
Già sazio?

Colline
Ho fretta.
Il Re maspetta.

Marcello
C’è qualche trama!...

Rodolfo
Qualche mister!

Schaunard
Qualche mister?

Marcello
Qualche mister?

Colline
Il Re mi chiama al minister!

Schaunard, Marcello e Rodolfo
Bene!...

Colline
Però... vedrò...vedrò... Guizot!

Schaunard
Porgimi il nappo!

Marcello
Sì! Bevi, io pappo!

Schaunard
Mi sia permesso al nobile consesso...

Rodolfo e Colline
Basta!

Marcello
Fiacco!

Colline
Che decotto!

Marcello
Leva il tacco!

Colline
Dammi il gotto!

Schaunard
Mispira irresistibile lestro della romanza!

Rodolfo, Marcello e Colline
No!...

Schaunard
Azione coreografica allora?

Rodolfo, Marcello e Colline
Sì! Sì!

Marcello
La danza con musica vocale!

Colline
Si sgombrino le sale!

Colline
Gavotta.

Marcello
Minuetto.

Rodolfo
Pavanella.

Schaunard
Fandango.

Colline
Propongo la quadriglia.

Rodolfo
Mano alle dame.

Colline
Io detto!

Schaunard
Lallera, lallera, lallera là...

Rodolfo
Vezzosa damigella...

Marcello
Rispetti la modestia, la prego.

Schaunard
Lallera, lallera, lallera là.

Colline
Balancez!

Marcello
Lallera, lallera, lallera...

Schaunard
Prima c’è il Rond.

Colline
No!
Bestia!

Schaunard
Che modi da lacchè.

Colline
Se non erro lei moltraggia.
Snudi il ferro.

Schaunard
Pronti. Assaggia.
Il tuo sangue io voglio ber.

Colline
Un di noi qui si sbudella.

Schaunard
Apprestate una barella.

Colline
Apprestate un cimiter.

Rodolfo e Marcello
Mentre incalza
la tenzone
gira e balza
Rigodone.

Marcello
Musetta!

Musetta
C’è Mimì!
C’è Mimì che mi segue e che sta male.

Rodolfo
Ov’è?

Musetta
Nel far le scale più non si resse.

Rodolfo
Ah!

Schaunard
Noi accostiamo quel lettuccio.

Rodolfo
Là. Da bere.

Mimì
Rodolfo!

Rodolfo
Zitta, riposa.

Mimì
O mio Rodolfo!
Mi vuoi qui con te?

Rodolfo
Ah! Mia Mimì,
sempre! Sempre!

Musetta
Intesi dire che Mimì, fuggita
dal Viscontino, era in fin di vita.
Dove stia? Cerca, cerca... la veggo
passar per via...
trascinandosi a stento.
Mi dice: «Più non reggo...
muoio! lo sento.
Voglio morir con lui! Forse maspetta...»

Marcello
Sst!

Mimì
Mi sento assai meglio...

Musetta
«... Maccompagni, Musetta?...»

Mimì
... lascia chio guardi intorno.
Ah come si sta bene qui!
Si rinasce.
Ancor sento la vita qui...
No, tu non mi lasci più!

Rodolfo
Benedetta bocca...
Tu ancor mi parli!

Musetta
Che ci avete in casa?

Marcello
Nulla!

Colline
Nulla!

Musetta
Non caffè? Non vino?

Marcello
Nulla! Ah miseria!

Schaunard
Fra mezzora è morta.

Mimì
Ho tanto freddo...
Se avessi un manicotto! Queste mie mani
riscaldare non si potranno mai!

Rodolfo
Qui nelle mie! Taci, il parlar ti stanca.

Mimì
Ho un podi tosse!
Ci sono avvezza.
Buon giorno, Marcello,
Schaunard, Colline... buon giorno!
Tutti qui, tutti qui
sorridenti a Mimì!

Rodolfo
Non parlar, non parlar.

Mimì
Parlo pian, non temere.
Marcello, date retta: è assai buona Musetta.

Marcello
Lo so... lo so!

Musetta
A te, vendi, riporta
qualche cordial, manda un dottore...

Rodolfo
Riposa.

Mimì
Tu non mi lasci?

Rodolfo
No! No!

Musetta
Ascolta!
Forse è lultima volta
che ha espresso un desiderio, poveretta!
Pel manicotto io vo. – Con te verrò.

Marcello
Sei buona, o mia Musetta...

Colline
Vecchia zimarra, senti,
io resto al pian, tu ascendere
il sacro monte or devi.
Le mie grazie ricevi.
Mai non curvasti il logoro
dorso ai ricchi ed ai potenti.
Passâr nelle tue tasche
come in antri tranquilli
filosofi e poeti.
Ora che i giorni lieti
fuggir, ti dico addio,
fedele amico mio,
addio, addio.
Schaunard, ognuno per diversa via
mettiamo insieme due atti di pietà;
io... questo!
E tu... lasciali soli là.

Schaunard
Filosofo, ragioni!
È ver...Vo via!

Mimì
Sono andati?
Fingevo di dormire
perché volli con te sola restare.
Ho tante cose che ti voglio dire
o una sola, ma grande come il mare,
come il mare profonda ed infinita...
Sei il mio amor... e tutta la mia vita!...

Rodolfo
Ah! Mimì, mia bella Mimì.

Mimì
Son bella ancora?

Rodolfo
Bella come unaurora...

Mimì
Hai sbagliato il raffronto.
Volevi dir... bella come un tramonto.
«Mi chiamano Mimì...
mi chiamano Mimì...
il perché... non so...»

Rodolfo
Tornò al nido la rondine e cinguetta.

Mimì
La mia cuffietta! La mia cuffietta...
Ah!...
Te lo rammenti quando sono entrata
la prima volta, là?

Rodolfo
Se lo rammento!

Mimì
Il lume sera spento...

Rodolfo
Eri tanto turbata!
Poi smarristi la chiave...

Mimì
E a cercarla tastoni ti sei messo!...

Rodolfo
E cerca... cerca...

Mimì
Mio bel signorino,
posso ben dirlo adesso...
lei la trovò... assai presto...

Rodolfo
Aiutavo il destino...

Mimì
Era buio, e il mio rossor non si vedeva...
«Che gelida manina...
Se la lasci riscaldar...»
Era buio, e la man tu mi prendevi...

Rodolfo
Oh Dio! Mimì!

Schaunard
Che avvien?

Mimì
Nulla... Sto bene.

Rodolfo
Zitta per carità.

Mimì
Sì, sì, perdona, or sarò buona...

Musetta
Dorme?

Rodolfo
Riposa.

Marcello
Ho veduto il dottore!
Verrà; gli ho fatto fretta.
Ecco il cordial!...

Mimì
Chi parla?

Musetta
Io... Musetta.

Mimì
Oh come è bello e morbido. Non più,
non più le mani allividite...
Il tepore...le abbellirà...
Sei tu
che me lo doni?

Musetta
Sì.

Mimì
Tu! Spensierato!
Grazie. Ma costerà.
Piangi? Sto bene...
Pianger così perché?...
Qui, amor... sempre con te...
Le mani... al caldo... e... dormire...

Rodolfo
Che ha detto il medico?

Marcello
Verrà!

Musetta
Madonna benedetta,
fate la grazia a questa poveretta
che non debba morire.
Qui ci vuole un riparo
perché la fiamma sventola.
Così...
E che possa guarire.
Madonna santa, io sono
indegna di perdono
mentre invece Mimì
è un angelo del cielo.

Rodolfo
Io spero ancora.Vi pare che sia grave?

Musetta
Non credo.

Schaunard
Marcello, è spirata!

Colline
Musetta... a voi!
Come va?...

Rodolfo
Vedi?... È tranquilla.
Che vuol dire quellandare e venire...
quel guardarmi così...

Marcello
Coraggio...

Rodolfo
Mimì!!!... Mimì!!!...
ESIMENE VAATUS

Pööningul

Marcello
See Punane meri leotab mu läbi!
Nagu sajaks mulle piiskhaaval kaela!
Kättemaksuks uputan vaarao merre!

Mis sa teed?

Rodolfo
Vaatan Pariisi tuhandeid
tossavaid korstnaid
ja mõtlen meie vanast
kamina-petisest,
kes laiskleb siin nagu suur senjöör.

Marcello
Talle pole ammu renti makstud.

Rodolfo
Metsad on ju lume all!

Marcello
Rodolfo, kuula mu sügavat mõttetera:
mul on kuradima külm!

Rodolfo
Ega minugi laup higist pärlenda!


Marcello
Mu sõrmed on külmast kanged,
nagu hoiaksin neid Musetta
südame jääkambris.

Rodolfo
Arm on kamin, mis kulutab liialt kütet...

Marcello
Ja liialt kiiresti!

Rodolfo
Mees on nagu kuiv haokubu...

Marcello
Ja naine tulekolle!

Rodolfo
Mees põleb hetkega tuhaks!

Marcello
Ja naine ei liiguta kulmugi!

Rodolfo
Aga meie siin külmetame!

Marcello
Ja sureme nälga!

Rodolfo
Tuld oleks vaja!

Marcello
Oota!
Ohverdame tooli.

Rodolfo
Heureka!

Marcello
Leidsid midagi?

Rodolfo
Jah.
Leegitsegu tules meie looming!

Marcello
Põletame Punase mere?

Rodolfo
Ei, värvitud lõuend haiseb.
Mu kirest lõõmav näidend andku meile sooja!

Marcello
Loed selle ette? Oo õudust!

Rodolfo
Ei! Paber pudenegu tuhaks
ja vaim tõusku taevasse!
Suur häda ähvardab me aega,
on Rooma hädaohus!

Marcello
Üllas hing!

Rodolfo
Tragöödia esimene vaatus!

Marcello
Anna siia!

Rodolfo
Rebi!

Marcello
Süüta!

Rodolfo
Kui rõõmus tulekuma!

Marcello
Kui rõõmus tulekuma!

Colline
Nüüd on küll viimnepäev käes!
Jõuluõhtul pandimaja kinni!
Tuli!

Marcello
Tasa! Esietendub mu draama!

Colline
Leekides!
Särtsakas tükk!

Rodolfo
Elav!

Colline
Ainult lühikesevõitu!

Rodolfo
Lakoonilisus on suur väärtus!

Colline
Autor, lase publik istuma!

Marcello
Teie intermezzod on surmigavad! Rutem!

Rodolfo
Teine vaatus!

Marcello
Palun vaikust!

Colline
Väga sügavmõtteline!

Marcello
Õige koloriit!

Rodolfo
Värelevas leegis haihtub
kirglik armustseen.

Colline
Üks leht pillub sädemeid.

Marcello
Seal olid suudlused.

Rodolfo
Las tulla kolm vaatust ühe jutiga!

Colline
Vaat nii viiakse ellu julged ideed!

Rodolfo, Marcello, Colline
Ilus on leekides hääbuda!

Marcello
Oo Jumal! Leek juba kahaneb!

Colline
Kui tühine ja nõrk draama!

Marcello
Vaevu veel hingitseb!

Marcello, Colline
Maha autor!

Rodolfo
Puud!

Marcello
Sigarid!

Colline
Bordoo!

Rodolfo
Puud!

Marcello
Bordoo!

Rodolfo, Marcello, Colline
Saatus puistab meid
kinkidega üle!

Schaunard
Teie pärast pankrotistub prantsuse pank!

Colline
Korja aga!

Marcello
Need on plekitükid!

Schaunard
Pime oled või?
Kes see mees on?

Rodolfo
Louis Philippe!
Au talle!

Rodolfo,Marcello, Schaunard, Colline
Louis Philippe on meie jalge ees!

Schaunard
Kuulake: sel kullal, õigemini hõbedal,
on oma lugu.

Marcello
Soojendame kaminat!

Colline
Vaeseke külmetab!

Schaunard
Üks inglise isand, keegi lord või milord,
otsis muusikut.

Marcello
Minema!
Katame laua!

Schaunard
Ma lendan...

Rodolfo
Kus tikud on?

Colline
Seal.

Marcello
Siin.

Schaunard
Esitlen end talle.
Ta palkab mind.
Ma küsin...

Colline
Külm praad!

Marcello
Pirukas!

Schaunard
Küsin, mitu tundi ta tahab.
Esitlen end,
Ta võtab mind vastu ja talt küsin:
Millal alustame tundidega?
Tema vastu:
Alustame kohe!”
Vaatama sinna!” Ja näitab mulle papagoid aknal.
Siis lisab:
Mängima niikaua, kuni see surema!”
Ja nii oli:
Mängisin kolm pikka päeva...
...siis võlusin
ära teenijapiiga.
Palusin neiult peterselli
ja pakkusin papagoile.

Rodolfo
Säragu me saal!

Marcello
Süütame küünlad!

Colline
Magus pirukas!

Marcello
Süüa ilma laudlinata?

Rodolfo
Mul on mõte!

Marcello ja Colline
Constitutionnel!

Rodolfo
Suurepärane menüü!
Sööme ja rebestame vatsa!

Schaunard
Linnuke sirutas tiivakesed välja
ja avas nokakese,
pisut peterselli
ja ta surigi nagu Sokrates!

Colline
Kes?

Schaunard
Pagan teid võtku, te ei kuula üldse!
Mis te nüüd teete?
Ei!
See toit on tagavara
tulevasteks mustadeks ja süngeteks päevadeks.
Süüa jõululaupäeval kodus!
Kui Ladina kvartal on oma alleed
vürtsitanud vorstikeste ja muu hea-paremaga!
Kui pannkookide hõng lõhnastab
vanu tänavaid!
Seal neiud rõõmsalt laulavad:

Rodolfo, Marcello, Colline
Oo kaunis jõuluõhtu!”

Schaunard
ja igal neist on kajaks oma üliõpilane.
Austagem pühi traditsioone, härrased:
juuakse kodus, aga lõunastatakse väljas!

Benoît
Kas tohib?

Marcello
Kes seal on?

Benoît
Benoit!

Marcello
Majaisand!

Schaunard
Eesuks!

Colline
Kedagi pole kodus!

Schaunard
Oleme suletud!

Benoît
Vaid üks sõna!

Schaunard
Üksainus!

Benoît
Üür!

Marcello
Hei!
Tooge tool!

Rodolfo
Kähku!

Benoît
Pole vaja...

Schaunard
Istuge!

Marcello
Veini?

Benoît
Tänan!

Rodolfo
Proosit!

Colline
Proosit!

Schaunard
Joogem!

Rodolfo
Proosit!

Benoît
Käes on viimane kvartal...

Marcello
See on tore!

Benoît
Ja niisiis...

Schaunard
Veel lonksuke.

Benoît
Tänan!

Rodolfo
Proosit!

Colline
Proosit!

Rodolfo, Marcello, Schaunard, Colline
Teie terviseks!

Benoît
Lubasite mulle
eelmisel kvartalil...


Marcello
Lubasin ja pean sõna!

Rodolfo
Mida sa teed?

Schaunard
Hull oled!

Marcello
Näete?
Kas nüüd jääte veidikeseks meie seltsi?
Kui vana te olete,
kallis härra Benoit?

Benoît
Kui vana? Taevake!

Rodolfo
Umbes meievanune?

Benoît
Vanem, palju vanem!

Colline
Ta ütleski: umbes!

Marcello
Hiljuti tabati teid
Mabillei juures armupatult.

Benoît
Mind?

Marcello
Mabillei juures, jah! Teid nähti!
Kas eitate?

Benoît
See oli juhus.

Marcello
Ilus naine!

Benoît
Ah, väga!

Schaunard
Vaat kus kelm!

Rodolfo
Vaat kus kelm!

Colline
Võrgutaja!

Schaunard
Vaat kus kelm!

Rodolfo
Vaat kus kelm!

Marcello
Mees nagu tamm! Kahur!

Rodolfo
Hea maitsega!

Benoît
Oh! Oh!

Marcello
Ruskete kiharatega!

Schaunard
Vaat kus kelm!

Marcello
Naudib elu särtsakalt ja täiel rinnal!

Benoît
Olen vana, aga tugev!

Rodolfo, Schaunard, Colline
Rinnakalt ja täiel särtsul!

Marcello
Voorus varises ta ees!

Benoît
Nooruses olin ujedavõitu,
nüüd teen seda tasa. Teate küll!
Milline rõõm on
üks väike naisuke,
lustlik ja pisut...
noh, mitte just
ümmargune
nagu täiskuu,

aga kõhn ja kondine, ei